Qualche trucco per il tuo Makeup: il contouring

Prima ancora di pensare di ricorrere a Photoshop o peggio, alla chirurgia, ricordiamoci che il trucco può essere un alleato potentissimo per correggere e modificare le imperfezioni del nostro viso che non ci piacciono o ci fanno sentire a disagio sia dal vivo che in fotografia. Una delle tecniche più efficaci è quella del contouring (dal sostantivo ”contour”: profilo, contorno) cioè la possibilità di smussare o esagerare le luci e le ombre del nostro volto al fine di modificarne i lieamenti mediante l’uso di polveri, fondotinta, blush e illuminanti. Tutto ciò in apparenza potrebbe sembrare non dissimile alla tecnica pittorica del chiaroscuro e quindi difficilissima da attuare, ma con i giusti accorgimenti e strumenti si possono ottenere risultati strabilianti.

Ovviamente questa tecnica può essere realizzata a più livelli: ovviamente per andare in ufficio non ci faremmo uno zigomo flashato alla J. Lo nè tantomento gote liftate alla Beyoncè… oltre ad apparire ridicole dovremmo concederci anche diverse ore di ferie da spendere di fronte allo specchio. Basterà semplicemente, quando dobbiamo realizzare un trucco veloce, scurire le zone più paffute con una terra opaca ed illuminare le aree più incavate con un illuminante. Stop.

Se invece aveste bisogno di un trucco particolarmente accurato per una ricorrenza speciale come il matrimonio, una serata mondana o un servizio fotografico, un contouring più estremo potrebbe aiutarvi a correggere quei difetti che non vi piacciono. Soprattutto in fotografia, questa tecnica è miracolosa e può davvero fare la differenza.

Il contouting viene spesso usato dalle donne di colore e asiatiche per affinare i loro tratti e rendere i loro visi scultorei e perfetti (pensiamo ad esempio alle dive dell’ r’n’b o le magnifiche spose mediorientali)

A seconda della forma del vostro viso e del risultato che volete ottenere, l’applicazione dei prodotti sarà differente, come pure gli stessi saranno differenti a seconda che abbiate una pelle mista/ grassa o secca. Se la vostra pelle tende ad ungersi, sarà più indicato utilizzare prodotti in polvere che assorbano il sebo. Se invece avete la pelle secca, utilizzare dei prodotti in crema idraterà e prolungherà la durata del trucco.

Tali prodotti sono in realtà abbastanza facili da reperire, e all’inizio addirittura potete cimentarvi con le dita senza usare i pennelli. Saranno necessari il vostro fondotinta abituale, un correttore molto chiaro ed uno molto scuro. In aggiunta, una cipria tradizionale, un fard, una terra e un illuminante.

Il correttore chiaro e L’illuminante diffondono la luce creando rilievi e volumi, servono ad accentuare e portare all’infuori le caratteristiche più affascinanti: alzare l’arcata sopracciliare, evidenziare gli zigomi, volumizzare le labbra.

Le terre opache e i fondotinta più scuri  assorbono la luce generando rientranze ed infossamenti, serviranno a correggere o ridimensionare sporgenze antiestetiche quali doppio mento, guance troppo rotonde, palpebre sporgenti, mascella quadrata…